I Sacri Misteri di Iside

Cari kemetisti, ecco dunque le celebrazioni per la terza ed ultima giornata dei misteri della dea, la chiusura dei cicli.
Questo rito si compirà al tramonto, momento nel quale avrete acceso una candela; in questa notte si celebra il completamento della dea,  inizio e fine di ogni cosa nella sua accezione di madre celeste.

Dopo aver acceso la candela entrate nuovamente in meditazione, almeno per mezzora, cercando di svuotarvi completamente di tutti gli influssi esterni; ponete dunque un incenso davanti alla dea e recitate un inno, di seguito vi proponiamo un inno antico che illustra bene la completezza della dea:

“Dea dalle molte facoltà,
onore del sesso femminile.
Amabile, che fa regnare la dolcezza nelle assemblee,
nemica dell’odio,
Tu regni nel Sublime e nell’Infinito.
Tu trionfi facilmente sui despoti con i tuoi consigli leali.
Sei tu che, da sola, hai ritrovato tuo fratello, che hai
ben governato la barca, e gli hai dato una sepoltura degna di lui.
Tu vuoi che le persone si uniscano.
Sei tu la Signora della Terra,
tu hai reso il potere delle donne uguale a quello degli uomini!”

A questo punto, prendere l’acqua del rito precedente che avrete conservato dinnanzi alla statua e berne alcuni sorsi recitando prima la seguente formula:
“Grande dea Iside, come ogni cosa che ha un inizio, anche questa avrà una fine,
carica della tua benevolenza, nutrirà il mio spirito e farà di me un* tu* fedele serv*,
così da donarmi la vita, anche se dovrò attraversare infinite ombre, la mia fede mi salverà.”

Il completamento di questo rito consiste nello sciogliere il nodo fatto la sera prima per poi bruciarlo, e nel rimuovere il drappo.
La stoffa che ha coperto la dea potrà essere utilizzata come dono o come ornamento da legare al polso durante le nostre offerte, qualora il nostro altare sia dedicato ad Iside.

Che sempre Iside accolga le vostre preghiere, buona celebrazione.

Precedente I Sacri Misteri di Iside Successivo Il Trucco Nelle Due Terre

Lascia un commento

*