Primo Giorno Epagomeno: Osiride

Cari kemetisti, il primo giorno* del nostro capodanno si celebrerà la nascita di Osiride, il mistero della sovranità eterna e dell’unione tra cielo e terra;
Per decisione del nisut questo capodanno sarà improntato alla gioia e alla felicità, per questo motivo in tutte le celebrazioni si celebreranno gli dei con dell’incenso, del miele, un inno ed una festa o una cena con i più intimi, senza mai dimenticare le litanie di placamento alla dea Sekhmet.
Qui di seguito è riportato un inno per Osiride e, sotto, una litania per la dea Sekhmet, scritti dallo stesso Nisut.

Inno ad Osiride:

“Osiride, gran principe degli dei,
grande è la tua magia e preziosa la tua vita,
tu che venisti concepito da Geb e Nut,
tu sei il profumato che delizia le nari,
tu sei il bel giovane che rende felici gli dei,
tu sei colui destinato dalle stelle alla magnificenza!
Chi potrebbe infatti compiere opere mirabili se non tu?
Ci salverà gli uomini da se stessi se non tu?
Chi preserverà intatta la regola divina se non tu?
Prezioso è questo giorno per ciascuno di noi,
preziosa la tua vita dolce per i nostri cuori,
dolce il tuo sguardo che si volge al sole.
Nasci oggi nella pace divina,
esci alla luce, diffondendola su tutti noi.
Io venero il tuo nome,
oh sacro pargolo Osiride!”

Litania a Sekhmet:

“Dea figlia di Ra,
occhio di tuo padre,
pericolosa leonessa cacciatrice,
tu hai già tre volte devastato l’umanità,
perché scagliarti dunque contro di noi?
Tu agisci su ordine di tuo padre,
quale colpa tanto grave abbiamo commesso, noi fedeli servi del cielo?
Sette volte grande leonessa,
hai raccolto la sfida lanciata da Toth,
ora ti diletti a senet col grande scriba,
nulla deve distoglierti dal tuo ruolo!
Grandissima Sekhmet,
Noi, tuoi umilissimi servi, ti onoriamo con incensi e offerte di vino,
perché vorresti dunque sopprimerci?
Potente occhio di Ra che tutto vede,
possa il tuo abbraccio di fuoco non toccarci,
possa la tua ira non scatenarsi,
poiché noi ti onoriamo.
Sekhmet, sii benevola con i tuoi servi!”

Augurandovi buone celebrazioni, cogliamo l’occasione per ricordarvi di recitare le litanie a Sekhmet.
Gli articoli inerenti le celebrazioni vengono pubblicati circa due giorni prima della giornata che li riguarda, vi invitiamo pertanto a verificare la data della celebrazione nei calendari reperibili nel menù in alto sulla home page.

Precedente Preghiera per la Dea Meretseger Successivo Secondo Giorno Epagomeno: Horo l'Antico

2 thoughts on “Primo Giorno Epagomeno: Osiride

  1. Giada il said:

    Chiedo scusa ma avrei una curiosità da chiedere, se non ho immagini da venerare di queste divinità é sbagliato?
    Buon nuovo anno a tutti

    • kemetismo il said:

      Le immagini da venerare, su un altare privato, sono secondarie; basta anche un disegno stampato, o fatto da te o il nome geroglifico della divinità(reperibile in internet).
      Nell’augurarle delle buone giornate epagomene e un buon nuovo anno religioso, le porgiamo le benedizioni del nisut, Merimaat Rahotep Amonmose.

Lascia un commento

*