Celebrazione del Solstizio d’Estate

Cari kemetisti, a breve cadrà il ricorrere del solstizio d’estate; il ventuno giugno circa, sarà la giornata diurna più lunga dell’anno.
In questo evento particolare noi celebreremo la manifestazione delle forze della creazione, onorando correttamente gli dei potremo sperare nel ritorno della giustizia Maat.

Vediamo insieme come celebrare questo magnifico evento.
La giornata sarà divisa in quattro celebrazioni, oltre queste inni e preghiere saranno accolti: Ricordiamo però di mantenere la giusta concentrazione raggiungibile tramite la meditazione.

Parte prima: Svolgibile dall’alba alle 9:30 circa.
Come inizio di questa giornata verranno versati tre contenitori di acqua in terra o in un vaso, e sarà offerto del miele.
Le formule sono:
•Acqua – Sole nascente del mattino Khepri, che spandi i tuoi benevoli raggi con la possanza del toro, che sempre il tuo nome risplenda in me; che quest’acqua renda pura la terra e sincero il mio cuore, affinché i tuoi raggi non distruggano ciò che è giusto.
•Miele* – Questo miele, immagine della tua dolcezza, sarà simbolo del mio amore per il tuo nome, possa esserti gradito.

Parte seconda: Praticabile dalle 11:30 alle 12:40 circa.
Nel culmine della giornata accenderete una porzione di incenso e una candela almeno.
Le pratiche di offerta sono le seguenti:
•Incenso – Oh magnifico Aton-Ra, a cui il mio cuore si rivolge umilmente, possa questo incenso esserti gradito come mia offerta, possa la mia voce essere ascoltata, eterno è il tuo regno, che il mio cuore sia pronto ad accogliere il tuo messaggio.
•Candela – Potente come un uragano, la tua luce fa impallidire i tuoi nemici al pari di questa semplice fiamma; come una fiamma è la mia anima, e a te mi rivolgo nella speranza dell’eternità; accogli la mia preghiera.

Parte terza: Effettuabile dalle 18:50 al tramonto.
Si offrirà della terra completamente asciutta e un nuovo incenso, seguendo le seguenti formule:
•Terra**- Immenso padrone dell’universo mondo, Atum dell’infinito, con la magia del tuo spirito la terra si brucia, si secca per rendere nuovamente puro ciò che non lo era, accogli il mio cuore, sono pronto al tuo ordine.
•Incenso – Questo profumo si spande in ogni luogo, il tuo regno, o dolce signore amato dagli uomini, non ha fine, che io scorga nelle volute dell’incenso la tua volontà eterna.

Parte quarta: Da svolgersi ad almeno un’ora dal tramonto sino alla mezzanotte.
Si verserà un’altra volta dell’acqua e si accenderà una candela in un ambiente poco illuminato utilizzando le seguenti parole:
•Acqua – In questa notte d’estate il tuo spirito aleggia soave, grande Amon-Ra, la terra attende i tuoi ordini nuovamente pura: Comanda ed io ubbidirò.
•Candela – Questo lume, flebile memoria del tuo potere, risplenderà nel mio cuore, sia in me il tuo volere, rendimi strumento di giustizia al servizio degli dei.

Vi auguriamo una buona celebrazione ed un buon solstizio d’estate.
*Il miele non è facilmente degradabile, tuttavia, quando lo rimuoverete prima di iniziare la celebrazione successiva, sarebbe meglio non rimescolarlo ma consumarlo entro la fine della giornata ricordando sempre della quantità di energia positiva accumulata.
** Quando rimuoverete la terra, riversatela in un vaso o all’aperto, in questo modo si eviterà di compromettere la pulizia dell’ambiente e si renderà a Geb ciò che è suo.

Precedente Statuto Ufficiale Successivo Celebrazione di Nun

Lascia un commento

*